Project Description

Wine Trekking in Canavese: viaggio emozionale nei Paesaggi del Gusto

DURATA: 3 giorni / 2 notti PERSONE: minimo 2

Il vostro tour parte da Carema, famosa località di alta collina ai confine della Valle d’Aosta, dove nasce l’omonimo vino. Una vera chicca per gli appassionati, prodotto dalle uve Nebbiolo coltivate con fatica sui terrazzamenti divenuti nel tempo parte integrante del paesaggio e abbelliti dai pilun in pietra. Qui potrete godervi un piacevole Camminata a piedi lungo il Sentiero dei Vigneti: 4 km (circa 1 ora e un quarto di percorso) tra stradine e muretti a secco, fino a raggiungere un anfiteatro di vigneti a pergolato, detti “Pilun”, con scorci panoramici stupendi sulla conca di Carema. Al termine della camminata, visita alla Cantina dei Produttori Nebbiolo di Carema con degustazione del suo vino “eroico”.

La cantina, nata per valorizzare e promuovere la cultura enologica del territorio, è una vetrina importante non solo per il prodotto, vino di nicchia corposo e longevo, ma anche per la tutela di una viticoltura eroica, che si è guadagnata il titolo di Presidio Slow Food.

Pranzo al Ristorante “Osteria La Sosta” di Settimo Vittone (10 minuti di tragitto). Un locale dall’atmosfera unica, dove il tempo sembra essersi fermato. In questo antico ospitale sapientemente ristrutturato, costruito proprio sulla Via Francigena, in passato si accoglievano pellegrini e avventori. Oggi le porte si aprono a turisti e buongustai che possono trovare qui le specialità locali servite nei tipici tegami di rame e accompagnate dai vini del Canavese.

Possibilità di aggiungere una tappa alla Pieve di San Lorenzo e al Battistero di San Giovanni Battista, risalenti alla metà del IX secolo. Il complesso, di grande valore architettonico, è situato su una rocca, vicino ai resti di antiche strutture difensive sulle quali successivamente venne costruito il castello vecchio, in parte ancora visibile. Incastonata tra i vigneti terrazzati, fu una tappa importante per i viaggiatori e i pellegrini che si muovevano lungo la via Francigena e continua a regalare forti suggestioni.

Nel pomeriggio vi attende quindi il Castello di Masino, (tragitto di 30 minuti circa), nato come fortezza militare e poi trasformato in un’elegante residenza nobiliare di campagna. Potrete visitare le sale del Castello e il Parco, celebre per il suo Labirinto, uno dei più grandi d’Italia.

La giornata si conclude al Lago di Viverone (tragitto di 20 minuti circa), che al tramonto si riempie di sfumature suggestive. Passeggiata e cena libera lungolago.

Trasferimento per la notte alla vicina Country House Fuori Porta di Azeglio, una tipica residenza di campagna d’inizio ‘900 immersa nella natura (tragitto di 10 minuti circa).

In questa giornata vi aspetta un seconda Camminata tra i vigneti, questa volta sulle colline di Caluso (30 minuti circa di tragitto).Il percorso può essere effettuato anche in mountain bike o e-bike. È il Sentiero dei “Poggi dell’Erbaluce”, vino simbolo del Canavese; il tracciato di 8,5 km (per la durata di 2 ore e mezza circa),  nel cuore della viticoltura locale. Camminerete tra le pergole dell’Erbaluce sulle tipiche stradine acciottolate che si snodano per le colline, godendo di punti panoramici mozzafiato che abbracciano la serra morenica, il Lago di Candia e le Alpi.

Dalla vigna al calice.. Al termine della passeggiata vi aspetta l’azienda Gnavi di Caluso, per una visita in cantina con degustazione dell’Erbaluce e delle altre etichette simbolo del territorio.

Spostamento a Rivarolo e pranzo tipico presso l’Antica Locanda dell’Orco (tragitto di 20 minuti circa). Alla Locanda vi aspettano un clima accogliente e una cucina che omaggia la più autentica tradizione piemontese, unita a un tocco di elegante rivisitazione: dai grandi classici come il Vitello Tonnato e gli Agnolotti, il Fritto Misto, la Finanziera e la Bagna Cauda. Il tutto servito con i migliori vini del Canavese.

La vostra meta del pomeriggio sarà Cuorgnè, per una passeggiata nel centro storico. Le testimonianze del suo glorioso passato medievale di borgo mercantile sono ancora visibili nell’attuale Via Arduino, tra cui le Torri e la presunta Casa di Re Arduino, edificio di stile gotico con magnifici archi in cotto. Visita (facoltativa) al Museo Archeologico del Canavese che raccoglie le collezioni dedicate allo sviluppo e alla storia del territorio dal Paleolitico al Medioevo. Interessante anche la sede della storica Manifattura, una grande industria fondata dai tedeschi a fine ‘800 per la lavorazione del cotone.

Trasferimento per la cena e il pernottamento all’Albergo Spazio Gran Paradiso di Alpette, alle porte del Parco Nazionale del Gran Paradiso (tragitto di 15 minuti circa). Camere accoglienti e curate e clima familiare sono i punti di forza di questa struttura; dalla terrazza panoramica potrete godervi la vista sulle montagne e gustare la colazione in piena tranquillità. Al ristorante scoprirete la vera cucina “di una volta”, a base di piatti tipici stagionali, accompagnati dai vini del Canavese.

Non poteva mancare nel nostro programma di viaggio una piacevole escursione al Parco Nazionale del Gran Paradiso, il Parco Naturale più antico d’Italia. Potrete camminare  immersi nella natura incontaminata, tra boschi e antichi ghiacciai dove vivono marmotte, camosci e aquile reali. Conoscerete “sua maestà” lo stambecco, animale simbolo del Parco. 

Pranzo a base di piatti tipici di montagna presso l’hotel Blanchetti di Ceresole Reale. Polenta, Selvaggina, Formaggi e molte altre golosità, accompagnate dai vini del Canavese, a quota 1600 m con vista sulle Levanne e sul lago di Ceresole.

In alternativa potrete effettuare un’escursione in Valle Soana, la più incontaminata e selvaggia tra le Valli del Parco, e pranzo presso Chalet Rosa dei Monti, ricette tradizionali della Valle con il tocco inconfondibile dello chef Diego, vi aspettano in questa caratteristica baita in legno, a quota 1600 m e affacciata direttamente sulle piste da sci.  

Partenza per il rientro.

Costo (minimo 2 persone): 299,00 euro a persona.

La quota include: n.1 visita in cantina con Aperitivo Degustazione; n. 1 visita in cantina con Degustazione vini abbinati ai prodotti tipici; n. 3 pranzi in Ristorante/Osteria a base di piatti tipici; n. 1 cena con pernottamento e prima colazione in Albergo in camera doppia; n. 1 pernottamento con prima colazione in B&B in camera doppia; biglietto di ingresso al Castello e al parco di Masino.

Organizzato da Welcome Piemonte in collaborazione con il Consorzio operatori turistici Valli del Canavese

Welcome Piemonte

Tel: 3395315104

info@welcomepiemonte.it

Galleria di immagini